VENDEMMIA 2009

L’anno 2009 è stato caratterizzato da temperature medie e precipitazioni. Le riserve d’acqua del suolo potrebbero quindi essere reintegrate in modo ottimale.

Grazie all’estate piuttosto calda e secca, la possibilità di sviluppare malattie fungine era così bassa che il numero di irrorazioni poteva essere notevolmente ridotto. Da metà agosto in poi sono iniziate grandi oscillazioni tra le temperature diurne e notturne; un fatto che è stato estremamente utile per la perfetta maturazione delle uve. Le uve hanno raggiunto una perfetta maturazione fisiologica, una buona struttura acida e una grande complessità aromatica.